martedì 14 dicembre 2010

Per liberare la società dallo strategismo pubblicitario che la tormenta e sta enormente rallentando il cammino della civiltà



Più lo vedo e più mi agghiaccia,
non so se per le frasi o la sua faccia.
Non so se per la musica assassina
o se per quell'assurda copertina.

Dall'inizio è sconvolgente
il veder lo sguardo assente
e quel suono fatto male
del messaggio al cellulare.

Dacché tutto era tragedia
lei si volta verso il libro ed ora è lieta
ci racconta della trama entusiasmante
mentre noi ci domandiamo che ci faccia lui sul fronte.

Come può persona sana e razionale
teorizzar di “strategia sentimentale”
e magari lo dicesse in questo modo
senza aggiunger “ismo” dove non è d'uopo

Come può una donna che si dice attrice
non saperlo pronunciar come si addice.
Come può ella stessa quasi tartagliare
mentre dice la parola “rallentare”.

Poi ci illustra lo spiacevole presagio
di un'intera razza umana decimata da un messaggio.
Ed infine, dopo tale serio excursus sul libello,
ella torna con sorriso soddisfatto e ci dice “quanto è bello”.

Come se lo avesse letto veramente
quando pure con il gobbo è un incidente.
E pensare che di tutte quelle scene
noi vediamo quella che è riuscita bene.

Il montaggio, i suoni, le atmosfere arcane...
sembra tutto fatto un po' a cazzo di cane.
Anche il titolo di cotanto autore
mi sconvolge che non sia Gli occhi del cuore.

Avrei detto, se ci avessi visto pregi,
che era un film di Bruno Liegi Bastonliegi.
Su una cosa non volevo esagerare, ma va detta:
Lei è una cagna maledetta!

Ti piacque? Ricevi gli aggiornamenti di TELEmiqp

9 commenti:

  1. miticaaaaaaaa!!!!!!

    RispondiElimina
  2. allora, voglio dire che questo, tra tutti, è il tuo post migliore...ho le lacrimeeee....ahahahahah
    il top l'hai raggiunto con Bruno Liegi Bastonliegi

    RispondiElimina
  3. Siete gentilissime e tu ninni, non piangere te ne prego

    RispondiElimina
  4. Cara Rina,
    sono franco,
    di rilegger
    non mi stanco!

    Cara Rina,
    sono Arturo
    e capire Arcuri
    è duro..

    La metà inferiore del poemetto è di gran classe, la chiusura è perfetta..
    La metrica è arcane ma come direbbe quello: genio!

    Aggiungo per contribuire al dibattito che sono d'accordo sul fatto che ha enrmemenrtrlnttathtt il camminodellaciviltà..

    RispondiElimina
  5. L'attrice (Manuela Arcuri n.d.r.) ha recitato a braccio di cane a mio modesto parere.

    RispondiElimina
  6. E guarda che lo fanno solo i grandi a braccio di cane..

    RispondiElimina
  7. P.S. Alfonso Luigi Marra sembra Mal dei Primitives e lo sguardo iniziale che esprime malcelata apprensione per il messaggio in arrivo è Arte Drammatica con la A ma soprattutto con la D maiuscola

    RispondiElimina
  8. http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2010/23-dicembre-2010/marra-si-scusa-l-arcuri-rilanciaa-breve-girero-altro-spot-181133173009.shtml

    RispondiElimina
  9. l'autore di questa boiata è stato intervistato al programma radiofonico un giorno da pecora mi hanno fatto mori, per lei poche battute, si commenta da sola .... è proprio vero che DIO LI FA E POI...! un bacio lady

    RispondiElimina